Loggia

Official Web Site

www.heredom1224.it

lunedì 3 luglio 2017

Conversando Sotto le Stelle, il 13 e il 20 luglio a Empoli


Nuova stagione a Empoli per “Conversando Sotto le Stelle”, il tradizionale appuntamento estivo della loggia empolitana Umanità Libera (441) che si tiene ogni anno in collaborazione con il Collegio toscano del Grande Oriente d’Italia. Due le date a luglio anche in questa edizione che si svolgerà ancora a Borgo San Giusto (Via Salaiola 151). Entrambi gli appuntamenti, a ingresso libero, sono fissati per il 13 e il 20 luglio dalle ore 21:30.
Domizio Torrigiani
“Il martirio di un iniziato Empolese: Domizio Torrigiani Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia” è il tema affrontato dal Gran Maestro Aggiunto Santi Fedele il 13 luglio in una conversazione che rievocherà le vicende storiche più tragiche della Massoneria in Italia dall’avvento del fascismo sino alla Liberazione. Torrigiani fu Gran Maestro dal 1919 al 1932, anno della sua morte. Fu il Gran Maestro che nel 1925 fu costretto a sciogliere le logge massoniche in osservanza della legge sulle associazioni, del novembre dello stesso anno, voluta da Mussolini per far tacere le ultime voci di libertà, tra cui quella della Massoneria. Il Grande Oriente d’Italia trasmigrò in Francia, Palazzo Giustiniani fu confiscato dal governo, i massoni si videro perseguitati, talvolta uccisi (più tardi finirono nei campi di concentramento), le sedi delle logge prese d’assalto e distrutte. Il Gran Maestro Torrigiani fu assegnato al confino di polizia nel 1927, prima a Lipari e poi a Ponza dove subì misure di sicurezza particolarmente dure e intense tanto da farlo ammalare gravemente. Fu liberato cinque anni dopo quando, ormai cieco, si spense nella sua casa toscana di Lamporecchio il 31 agosto 1932. Torrigiani viene ricordato come il “Gran Maestro martire”.
Nel secondo incontro di “Conversando sotto le stelle” si parlerà di oggi. Il 20 luglio sarà Umberto Cecchi, giornalista e scrittore, a tenere una conferenza su “Libertà in declino: l’inviolabile diritto associativo”. Si partirà dalla Costituzione italiana che considera la libertà di associazione una libertà indispensabile per favorire lo sviluppo della persona umana e la sua partecipazione alla vita economica, politica e sociale del Paese.
Entrambi gli incontri saranno introdotti dal Francesco Borgognoni, presidente del Collegio Circoscrizionale della Toscana.


ALLEGATI