Loggia

Official Web Site

www.heredom1224.it

lunedì 5 giugno 2017

Tradizionale ritiro della Loggia Giordano Bruno di Termini Imerese


Loggia Giordano Bruno di Termini Imerese
Essere in Massoneria significa operare, come si legge nel primo punto della Identità del Grande Oriente d’Italia, “per l’elevazione morale e spirituale dell’uomo e dell’umana famiglia” e gli esponenti della Loggia Giordano Bruno (1376) di Termini Imerese sono dediti ogni anno ad andare in ritiro per confrontarsi meglio su temi di carattere iniziatico e sociale che stimolino sempre più il loro impegno. Dal 26 al 27 maggio si sono riuniti a Castelbuono, nel palermitano, in una struttura alberghiera tra i boschi.  I temi in esame quest’anno sono stati ripresi dalle due domande alle quali i ‘neofiti’ sono chiamati a rispondere poco prima della iniziazione scrivendo il proprio testamento massonico. Ecco i temi affrontati:
⇒ a proposito del “dovere verso se stesso”: il senso della fratellanza, sentirsi e/o essere fratelli.
⇒ a proposito del “dovere verso gli altri”: noi massoni nella società, dove viviamo e verso dove andiamo
Dopo una breve introduzione del maestro venerabile e dell’oratore di loggia, la parola è stata concessa a tutti i membri dell’officina che hanno contribuito, con i loro interventi pacati e sempre all’insegna dell’ascolto silenzioso e del rispetto del pensiero degli altri, a rendere il confronto costruttivo, denso di emozioni, carico di stimoli e soprattutto foriero di miglioramento e di crescita personale e collettiva. Nelle pause dai lavori la loggia si è riunita in agape fraterna e in una occasione ha festeggiato il compleanno del membro più anziano della “Giordano Bruno”, Sebastiano Todaro, che ha compiuto 88 anni. Sebastiano, con la sua presenza assidua ai lavori, è un punto di riferimento per la loggia.
Il ritiro si è arricchito il 28 maggio della presenza dei famigliari degli esponenti della “Giordano Bruno”: è stata la naturale conclusione di una bella occasione di incontro in fratellanza e amicizia che tutti i partecipanti hanno promesso di ripetere il prossimo anno.